Ricomincio da qui Community RAI 2

Società e Comunicazione
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 HISTORIAS DE REFLEXION

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: I CHIODI E GLI AMICI   26/7/2008, 20:56

ti racconto la storia da un bambino che aveva molto cattivo carattere.

Un giorno suo padre gli diede una borsa con chiodi e gli disse che ogni volta che perdesse la calma dovrebbe inchiodare un chiodo nel vicino a dietro della casa.

Il primo giorno il bambino inchiodò 37 chiodi nel recinto.... Ma a poco a poco fu calmandosi perché scoprì che era molto ma facile controllare il suo carattere che inchiodare i chiodi nel recinto.

Finalmente arrivò il giorno quando il ragazzo non perse la calma per niente e lo disse a suo padre ed allora il papà gli suggerì che per ogni giorno che controllasse il suo carattere dovrebbe tirare fuori un chiodo dal recinto.

I giorni passarono ed il giovane potè dire finalmente a suo padre che aveva tirato fuori già tutti i chiodi dal recinto... allora il papà portò della mano a suo figlio al vicino a dietro.... Guarda figlio, hai fatto bene... ma fa' attenzione a tutti i buchi che rimasero nel recinto.... il recinto non sarà mai Già lo stesso di prima... quando dici o fai cose con coraggio, lasci una cicatrice come questo buco nel recinto.... È come mettere un coltello a qualcuno, benché lo giri a tirare fuori la ferita rimase già fatta.... non importa quante volte chiedi scuse, la ferita sta lì.... Una ferita fisica è uguale di grave che una ferita verbale...

Gli amici sono veri gioielli a chi bisogna stimare.... Essi ti sorridono e ti incoraggiano a migliorare.... ti ascoltano, condividono una parola di alito e hanno sempre il suo cuore aperto per riceverti...

Dimostra ai tuoi amici quanto li vuoi.... Comanda questo messaggio che consideri amico... amica...

Grazie a tutti ed ognuno di voi.... Che Dio c'aiuti a guarire dalle nostre ferite ed a dimenticare le cicatrici, per così continuare a costruire un mondo migliore...


Autore sconosciuto

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 49
Località : casa mia

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   27/7/2008, 17:24

Dora73 ha scritto:
ti racconto la storia da un bambino che aveva molto cattivo carattere.

Un giorno suo padre gli diede una borsa con chiodi e gli disse che ogni volta che perdesse la calma dovrebbe inchiodare un chiodo nel vicino a dietro della casa.

Il primo giorno il bambino inchiodò 37 chiodi nel recinto.... Ma a poco a poco fu calmandosi perché scoprì che era molto ma facile controllare il suo carattere che inchiodare i chiodi nel recinto.

Finalmente arrivò il giorno quando il ragazzo non perse la calma per niente e lo disse a suo padre ed allora il papà gli suggerì che per ogni giorno che controllasse il suo carattere dovrebbe tirare fuori un chiodo dal recinto.

I giorni passarono ed il giovane potè dire finalmente a suo padre che aveva tirato fuori già tutti i chiodi dal recinto... allora il papà portò della mano a suo figlio al vicino a dietro.... Guarda figlio, hai fatto bene... ma fa' attenzione a tutti i buchi che rimasero nel recinto.... il recinto non sarà mai Già lo stesso di prima... quando dici o fai cose con coraggio, lasci una cicatrice come questo buco nel recinto.... È come mettere un coltello a qualcuno, benché lo giri a tirare fuori la ferita rimase già fatta.... non importa quante volte chiedi scuse, la ferita sta lì.... Una ferita fisica è uguale di grave che una ferita verbale...

Gli amici sono veri gioielli a chi bisogna stimare.... Essi ti sorridono e ti incoraggiano a migliorare.... ti ascoltano, condividono una parola di alito e hanno sempre il suo cuore aperto per riceverti...

Dimostra ai tuoi amici quanto li vuoi.... Comanda questo messaggio che consideri amico... amica...

Grazie a tutti ed ognuno di voi.... Che Dio c'aiuti a guarire dalle nostre ferite ed a dimenticare le cicatrici, per così continuare a costruire un mondo migliore...


Autore sconosciuto

Grazie amore per aver messo questa storia, mi piace molto ed è proprio così, le ferite ci sono sempre anche con tutte le scuse e il perdono di questo mondo.

Mi fai sentire triste con questa storia anche se è bellissima.



_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
chiacchierona



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   29/7/2008, 06:36

cara DORA
rileggo le tue storie e trovo tanto sollievo, mi fai sentire le mie incertezze sciocchezze, la vita è altalenante ora momenti sereni pieni di speranza, ora momenti cupi pieni di difficoltà.
fa bene leggere le storie a tutte le età , ci rivediamo e ci fortifichiamo .
baci Smile
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   30/7/2008, 04:30

Grazie chiacchierona, questo è il proposito di mettere le storie nel forum, perché Lei che ogni essere umano ha difficoltà nella vita e nel momento della difficoltà possiamo sentire un po' di coraggi riflettendo.
con molto affetto per le mie amiche del forum e per il mio amore Giovanni, molti baci. 00211 00247

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
futurAvvocatessa
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   31/7/2008, 18:11

Grazie mille Dora, anche da parte mia. Se continuerai a postare le tue storie di riflessione, le leggerò volentieri, sono piene di saggezza.
00231
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Tre piccoli albera   1/8/2008, 05:22

Nella cima di una montagna, tre piccoli alberi insieme e sognando su quello che volevano arrivare ad essere quando fossero grandi.
Il primo alberello guardò verso le stelle e disse, "Io voglio conservare tesori. Voglio essere strapieno di oro ed essere riempito di pietre preziose. Io sarò il baule di tesori ma bello del mondo! ".

Il secondo alberello guardò un piccolo ruscello realizzando la sua strada all'oceano e disse, "Io voglio viaggiare attraverso acque temibili e portare re poderosi su me. Io sarò la barca più imponente del mondo! ".

Il terzo alberello guardò verso la valle che stava sotto alla montagna e vide uomini e donne lavorando in un paese lavoratore, "Io non voglio non andare via mai della cima della montagna. Io voglio crescere tanto alto che quando la gente del paese si fermi a guardarmi, essi alzeranno il suo sguardo al cielo e penseranno a Dio. Io sarò l'albero ma alto del mondo! ".

Gli anni passarono. Piovè, brillò il sole, ed i piccoli alberi crebbero alto.

Un giorno, tre boscaioli salirono alla cima della montagna.

Il primo boscaiolo guardò al primo albero e disse "Che albero tanto bello è questo! ", e con l'assalto della sua ascia brillante il primo albero cadde. "Ora mi dovranno trasformare in un baule bello, dovrò contenere tesori meravigliosi! ", disse il primo albero.

Il secondo boscaiolo guardò al secondo albero e disse, "Questo albero è molto forte, è perfetto per me". E con l'assalto della sua ascia brillante, il secondo albero cadde. "Ora dovrò navigare acque temibili! ", pensò il secondo albero, "Dovrò essere una barca imponente per re temuti e poderosi."

Il terzo albero sentì il suo cuore soffrire quando quell'ultimo boscaiolo lo guardò. L'albero si fermò diritto ed alto e mirando ferocemente al cielo. Ma neanche il boscaiolo guardò verso l'alto e disse, Qualunque albero è buono per "me". E con l'assalto della sua ascia brillante, il terzo albero cadde.

Il primo albero si emozionò quando il boscaiolo lo portò ad una falegnameria. Ma il falegname lo trasformò in una scatola di alimento per animali di fattoria. Quell'albero bello non fu coperto con oro, né riempimento di tesori, ma fu coperto con polvere di falciatrice e riempimento con alimento per animali di fattoria affamati.

Il secondo albero sorrise quando il boscaiolo lo portò vicino ad un imbarco, ma nessuna barca imponente fu costruita quello giorno. Invece di quello quell'albero forte fu tagliato e convertito ad una semplice scialuppa di pesca, era troppo piccolo e debole per navigare nell'oceano, neanche in un fiume, e fu portato ad un piccolo lago.

Il terzo albero era confuso quando il boscaiolo lo tagliò per pareggiare e l'abbandonò in un magazzino di legno. "Che cosa starà passando", fu quello che si domandò l'albero, "Io tutto quello che voleva era rimanere nella cima della montagna e mirare a Dio... ".

Moltissimi giorni e notti passarono. Ai tre alberi quasi li erano stati dimenticati già i suoi sonni. Ma una notte, una luce di stella orata illuminò al primo albero quando una giovane donna mise al suo figlio neonato nella scatola di alimento "Io volessi avergli potuto fare una culla al bebè", disse suo marito alla donna, la madre strinse la mano a suo marito e sorrise mentre la luce della stella illuminava al legno soave e forte della culla. E la donna disse, "Questo presepe è bello"

Ed improvvisamente, il primo albero seppe che tratteneva il tesoro più grande dal mondo.

Un pomeriggio, un viaggiatore stanco ed i suoi amici portarono su al vecchio scialuppa di pesca. Il viaggiatore rimase addormentato mentre il secondo albero navigava tranquillamente verso dentro al lago. Improvvisamente, un impressionante e terrificante temporale arrivo al lago, il piccolo albero si riempì di paura, quello sapeva che non aveva la forza per portare a tutti quelli passeggeri al bordo a salvo con quello vento e pioggia. L'uomo stanco si alzò, egli si fermò, ed alzando la sua mano disse "calma". Il temporale si trattenne tanto rapido come cominciò.

Ed improvvisamente il secondo albero seppe che quello portava navigando al Re del Cielo e della Terra.

Un venerdì nella mattina il terzo albero si allontanò quando le sue tavole furono prese di quello magazzino di legno dimenticato. Si spaventò all'essere portato attraverso un'impressionante moltitudine di persone arrabbiate. Si riempì di paura quando alcuni soldati inchiodarono le mani di un uomo nel suo legno. Si sentì brutto, aspro e crudele. Ma una domenica di mattina, quando il sole brillò e la terra tremò con pensiono sotto al suo legno, il terzo albero supó che l'amore di Dio gli aveva cambiato tutto. Questo fece che l'albero si sentisse forte, ed ogni volta che la gente pensasse al terzo albero, essi penserebbero a Dio.

Quell'era molto meglio che essere l'albero più alto del mondo.

La prossima volta che ti siedi depresso perché non ottenesti quello che tuo volevi, ti sieda solo fortemente, e so felice perché Dio sta pensando a qualcosa meglio per darti.


Autore sconosciuto

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 49
Località : casa mia

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   1/8/2008, 17:54

Grazie amore questa storia è bellissima, mi lascia senza parole.

Grazie per essere la persona meravigliosa che sei, sei il mio angelo 504 grazie per tutte le emozioni che solo tu sai darmi, sei la cosa più bella che mi poteva capitare, sei l'amore della mia vita, non ho parole per descrivere l'amore che ho per te, è difficile da spiegare, ma so di certo che è immenso.

Mi manchi.

Ricordati sempre che ti amo. 00210

_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   6/8/2008, 20:26

Amore, tutto è con molto affetto per tu e le mie amiche del forum.
Un bacio per tutti. 00247
Ricorda che ti amo. 00213

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: La Stella   6/8/2008, 20:29


Esistevano milioni di stelle nel Cielo. Stelle di tutti i colori: bianche, argentate, verdi, dorate, rosse ed azzurri. Un giorno, inquiete, esse si avvicinarono a Dio e gli dissero: - "Sig. Dio, ci piacerebbe vivere nella Terra tra gli uomini". - "Così sarà fatto", rispose il Sig.. Li conserverò "a tutte voi piccoline, come sono veda, affinché possano scendere alla Terra."

Conta Lei che, in quella notte, ci fu una carina pioggia di stelle. Alcune si accoccolarono nelle torri delle Chiese, altre andarono a giocare ed a correre insieme alle lucciole per i campi, altre si mischiarono coi giocattoli dei bambini... e la Terra rimase meravigliosamente illuminata.

Ma col passare del tempo, le stelle risolsero abbandonare gli uomini e ritornare per il Cielo, lasciando la Terra oscura e triste. - "Perché ritornarono"?, domandò Dio, man mano che esse continuavano ad arrivare al Cielo. - "Sig., non ci fu possibile rimanere nella Terra. Là esiste molta miseria e violenza, molta malvagità, molta ingiustizia... "Ed il Sig. disse loro: - "Chiaro!, il posto di voi è qui nel Cielo, la Terra è il posto della cosa transitoria, di quello che passa, di quello che cade, di quello che sbaglia, di quello che muore... niente è perfetto". - Il Cielo è il posto della perfezione, della cosa immutabile, della cosa eterna, dove niente perisce.

Dopo che arrivarono tutte le stelle e verificando il suo numero, Dio parlò di nuovo: - Sta mancandoci "una stella... sarà che si perse durante il tragitto"?. vicino Un angelo che stava replicò: - "Non Sig., una stella risolse rimanere tra gli uomini, scoprì ella che il suo posto è esattamente dove esiste l'imperfezione, dove c'è limite, dove le cose non vanno bene, dove ci sono lotta e dolore". - "Ma che cosa getta è quella"?, girò Dio a domandare. - "È la speranza, Sig., la stella verde... l'unica stella di quello colore."

E quando guardarono per la Terra, la stella non era sola. La Terra era nuovamente illuminata perché c'era una stella verde nel cuore di ogni persona. Perché l'unico sentimento che l'uomo ha e Dio non deve avere, è la speranza. Dio conosce già il futuro e la speranza è propria della persona umana, propria di quello che sbaglia, di quello quale non è perfetto, di quello che non sa come sarà il futuro.

Riceve in questo momento, questa stellina nel tuo cuore: "la speranza"... la tua stella verde. Non lasciare che ella fugga e non permettere che si spenga. Abbi certezza che ella illuminerà la tua strada.... So sempre positivo e ringrazia a Dio per tutto. So sempre felice e contagia col tuo cuore illuminando altre persone.


Autore sconosciuto

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
chiacchierona



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: la speranza   9/8/2008, 18:45

Dio spera che gli uomini trovino la giusta via della verita, Gesù.
anche io spero che al più preso gli uomini trovino il modo di abbattere i muri della prepotenza, dell'avidità, del rancore,
il segreto è nel cielo, le stelle occupano uno spazio definito ,sono felici di brillare per se stesse e per noi, sono contente di guardarci, vorrebbero dirci dove correte, perchè vi affaticate a litigare tra di voi,perche continuate a farvi la guerra, si sta meglio ognuno al proprio posto, si sta meglio accontentandosi di ciò che si ha , aspettate, vedrete anche voi i vostri sogni realizzarsi.
la terra è di passaggio, il vostro posto è in cielo. 00283 00231
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 49
Località : casa mia

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   10/8/2008, 19:31

Gracias amor para haber reavivado la estrellita verde que está en mí.

Eres la estrella más preciosa de mi vida. Te quiero.




_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
chiacchierona



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   11/8/2008, 20:16

cara dora ,
nella nottedi san lorenzo ho visto cadere solo la tua stella a ravvivare la speranza di tanti cuori affranti, grazie , con tutte le illuminazioni che ci sono in città è un miracolo vedere le stelle cadenti, grazie ancora, riesci sempre a farmi sognare.
00283 00283 00283 00283 00283 00283 00283 00283 00283 00283


00266 00266 00266 00266 00266 00266
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 49
Località : casa mia

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   12/8/2008, 18:08

Reflexion, Motivacion.



Bellissimo tratto dal dvd The Secret, qui potete vedere il trailer in italiano del dvd http://www.thesecret.tv/

_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   16/8/2008, 03:17

La vita è una speranza piena di fantasie. La speranza di vivere un mondo migliore, la speranza di un riposo, di un sogno profondo, di continuare a sognare senza importare gli ostacoli che debba affrontare.
Molto bene chiacchierona stiamo di passaggio nella terra perché nostro vera sposa questo nel cielo.

Grazie amore, tuo sei una speranza per mio. Ti amoooooooooooooo.

505

_________________
Con mucho cariño


Ultima modifica di Dora73 il 16/8/2008, 03:24, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   16/8/2008, 03:23

Giovanni ha scritto:
Reflexion, Motivacion.



Bellissimo tratto dal dvd The Secret, qui potete vedere il trailer in italiano del dvd http://www.thesecret.tv/


Amore, grazie per la riflessione e motivazione, questo mi fortifica il mio ego

smile001 smile001 smile001 smile001 smile001

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
chiacchierona



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   16/8/2008, 13:13

si viviamo il giorno come se fosse l'ultimo, codiamo delle bellezze della natura.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Dopo molto camminare   23/8/2008, 00:16

Un uomo, il suo cavallo ed il suo cane, camminavano per una strada. Dopo molto camminare, l'uomo si rese conto che i tre erano morti in un incidente. Ci sono volte che porta un tempo affinché i morti si rendano conto della sua nuova condizione.

La camminata era molto lunga, costa sopra, il sole era forte ed i tre erano inzuppati in sudore e con molta sete. Precisavano disperatamente acqua.

In una curva della strada, avvistarono un portone magnifico, tutto di marmo, che conduceva ad una piazza calzata con blocchi di oro, nel centro della quale c'era una fonte di dove germogliava acqua cristallina. Il viandante si diresse all'uomo che badava all'entrata da una guardiola.

- Buon giorno - disse il viandante.
- Buon giorno - rispose l'uomo.
- Che posto è questo, tanto carino? - domandò il viandante.
- Questo è il cielo - fu la risposta.
- Che buono che noi arriviamo al cielo, stiamo con molta sete, disse il viandante
- Lei può entrare a bere acqua a volontà - disse il guardiano, indicandogli la fonte
- Anche il mio cavallo ed il mio cane stanno con sete.
- Mi dispiaccio molto di lui - gli disse il guardiano - Qui non si permette l'entrata di animali.

L'uomo si sentì molto deluso perché la sua sete era grande. Ma egli non berrebbe, lasciando ai suoi amici con sete. Di questa maniera, proseguì la sua strada…

Dopo molto camminare sopra pendio, con la sete e la stanchezza moltiplicati, arrivarono ad un posto, il cui entrata stava marcata per un portone vecchio semi-aperto. Il portone dava ad un verso terra, con alberi di entrambi i lati che gli facevano ombra. All'ombra di uno degli alberi, un uomo era reclinato, con la testa coperta per un cappello, sembrava che dormisse…

- Buon giorno - disse il viandante
- Buon giorno - rispose l'uomo
- Stiamo con molta sete, io, il mio cavallo ed il mio cane.
- C'è una fonte in quelle pietre - disse l'uomo indicando il posto - possono bere a volontà.

L'uomo, il cavallo ed il cane andarono fino alla fonte e saziarono la sua sete.

- Molte grazie - disse il viandante uscendo.
- Ritornino quando vogliano - rispose l'uomo.
- A proposito - disse il viandante - quale è il nome di questo posto? -
- Cielo - rispose l'uomo.
- Cielo? Ma se l'uomo nella guardia di di fianco al portone di marmo mi disse che lì ero il cielo!
- Quello non è il cielo, quello è l'inferno.

Il viandante rimase perplesso.

- Ma allora - disse il viandante - quell'informazione falsa deve causare grandi confusioni.
- In nessun modo - rispose l'uomo - in realtà essi ci fanno un gran favore. Perché lì rimangono quelli che sono capaci di abbandonare i suoi migliori amici

00251 00233 00235 00262

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 49
Località : casa mia

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   23/8/2008, 16:15

Grazie amore, siempre de gran enseñanza estas historias, obviamente el agua y la sed son un ejemplo de lo que puede suceder a una persona en los momentos más difíciles adonde se puede caer en tentación engañando o traicionando las personas a que tienes de más, pero creo que si un hombre o una mujer no quiere haber remordido de conciencia, y quiere siempre caminar a cabeza alta mirando a las personas a los ojos sin bajarlo mirada tenga que siempre comportarse correctamente en el respeto de si y de los otros siempre.

Yo soy hecho así, no he engañado nunca a nadie y no sería capaz de hacerlo, aunque a veces me cierro en mí mismo, cuando sólo me siento, pero he recibido una sana educación con de los principios morales fuerte, se basados en la honesta sinceridad, también soy un ser humano yo tengo mis defectos como mis paranoias mis problemas todo, pero una cosa puedo decir que no haría nunca mal a nadie.



Siempre recordados amor mío que tú y Juan Pablo son la cosa más bonita de mi vida, para nada al mundo quiero perdervos, os querré para siempre porque sois parte de mí sois mi familia, porque con el corazón ya lo somos.

Siempre recordados que te quiero.



_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   25/8/2008, 22:52

Grazie amore, io Lei che sei una buona persona, spero che non cambi mai con me.

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 49
Località : casa mia

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   3/9/2008, 18:27

Barcos
Un día se supo que la isla se hundiría. Todos prepararon sus barcos para partir, con excepción del amor, que quería permanecer en su hogar hasta el último instante.

Cuando la mayor parte de la isla estaba ya bajo el agua, el amor decidió pedir ayuda. En ese momento pasó la riqueza en una imponente galera, y el amor le preguntó:

- Riqueza, ¿puedes ayudarme?

La riqueza le respondió:

- No, lo lamento. Llevo mucho oro y mucha plata en mi barco. No hay forma de que quepas.

El amor se apresuró entonces a pedirle ayuda a la vanidad, que navegaba en un yate muy fino y elegantemente adornado:

- Vanidad, ¿podrías ayudarme?

Y la vanidad contestó:

- Perdóname, Amor, pero estás mojado y lleno de barro. No quisiera ensuciar mi lindo bote.

El amor vio a la tristeza:

- Tristeza, ¿puedo ir contigo?

- Oh... Amor, -replicó,- estoy tan triste que prefiero estar sola.

La felicidad también rechazó la petición, porque estaba tan feliz que no quiso ocuparse de nada que interrumpiera la dicha que sentía.

De repente, el amor escuchó una voz que lo llamaba:

- Amor, ven, acércate. Yo te llevo.

El amor estaba tan agitado, contento, y aliviado, que no se le ocurrió preguntar quién lo había salvado.

Al llegar a tierra firme, el amor cayó en cuenta de su olvido y queriendo saber a quién agradecer, le preguntó a un anciano que contemplaba el océano.


- ¿Quién me ayudó?


- Fue el tiempo.- afirmó la sabiduría.


- ¿El tiempo? -cuestionó incrédulo el amor- ¿Por qué?


Y la sabiduría aclaró:


- Porque el tiempo es capaz de entender la grandeza del amor.


Algunas veces dejamos de lado al amor.

¿Qué nos quedará cuando todo lo demás haya pasado?

¿Valoras, agradeces y disfrutas a quienes te aman?

¿Cuál es el barco que más navegas?



_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   13/9/2008, 19:59

Non lasciamo morire l'amore che è il sentimento ma vero e ma puro. Il resto è pura vanità in questo mondo.
Amore, questa riflessione è molto bella. Grazie per lei
00229

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Le mani ma Belle   17/9/2008, 23:46

Fa molto tempo vivevano in un palazzo reali tre belle dame.

Una mattina, mentre passeggiavano per il meraviglioso giardino con le sue fonti e roseti, incominciarono a domandarsi quale delle tre aveva le mani più belle.

Elena che si era tinto le dita mentre tirava fuori le deliziose fragole, pensava che le sue erano le più belle.

Antonieta era stato tra le rose fragranti e le sue mani erano rimasti intrise di profumo. Per lei le sue erano le più belle.

Juana aveva messo le dita nel chiaro ruscello e le gocce di acqua davano splendori come se fossero diamanti. Ella pensava che le sue mani erano le più belle.

In quelli momenti, arrivò una ragazza bisognosa che chiese che gli dessero un'elemosina, ma le dame reali allontanarono da lei i suoi paramenti reali e si allontanarono.

L'accattona, passò ad una capanna che si trovava vicino a lì ed una donna tostata per il sole e con le mani macchiate per il lavoro, egli dió pane.

L'accattona, continua dicendo la leggenda, si trasformò in un angelo che apparve nella porta del giardino e disse:

Le mani più belle sono quelli che sono disposte a benedire ed aiutare i suoi simile.

Magari tutti avessero mani tanto belle come queste.


Autore sconosciuto




_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
chiacchierona



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   18/9/2008, 19:42

DONARE SENZA CHIEDERE PERCHè


I love you I love you I love you I love you I love you I love you I love you I love you I love you I love you I love you
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
futurAvvocatessa
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 04.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   18/10/2008, 14:37

Dora73 ha scritto:
Nella cima di una montagna, tre piccoli alberi insieme e sognando su quello che volevano arrivare ad essere quando fossero grandi.
Il primo alberello guardò verso le stelle e disse, "Io voglio conservare tesori. Voglio essere strapieno di oro ed essere riempito di pietre preziose. Io sarò il baule di tesori ma bello del mondo! ".

Il secondo alberello guardò un piccolo ruscello realizzando la sua strada all'oceano e disse, "Io voglio viaggiare attraverso acque temibili e portare re poderosi su me. Io sarò la barca più imponente del mondo! ".

Il terzo alberello guardò verso la valle che stava sotto alla montagna e vide uomini e donne lavorando in un paese lavoratore, "Io non voglio non andare via mai della cima della montagna. Io voglio crescere tanto alto che quando la gente del paese si fermi a guardarmi, essi alzeranno il suo sguardo al cielo e penseranno a Dio. Io sarò l'albero ma alto del mondo! ".

Gli anni passarono. Piovè, brillò il sole, ed i piccoli alberi crebbero alto.

Un giorno, tre boscaioli salirono alla cima della montagna.

Il primo boscaiolo guardò al primo albero e disse "Che albero tanto bello è questo! ", e con l'assalto della sua ascia brillante il primo albero cadde. "Ora mi dovranno trasformare in un baule bello, dovrò contenere tesori meravigliosi! ", disse il primo albero.

Il secondo boscaiolo guardò al secondo albero e disse, "Questo albero è molto forte, è perfetto per me". E con l'assalto della sua ascia brillante, il secondo albero cadde. "Ora dovrò navigare acque temibili! ", pensò il secondo albero, "Dovrò essere una barca imponente per re temuti e poderosi."

Il terzo albero sentì il suo cuore soffrire quando quell'ultimo boscaiolo lo guardò. L'albero si fermò diritto ed alto e mirando ferocemente al cielo. Ma neanche il boscaiolo guardò verso l'alto e disse, Qualunque albero è buono per "me". E con l'assalto della sua ascia brillante, il terzo albero cadde.

Il primo albero si emozionò quando il boscaiolo lo portò ad una falegnameria. Ma il falegname lo trasformò in una scatola di alimento per animali di fattoria. Quell'albero bello non fu coperto con oro, né riempimento di tesori, ma fu coperto con polvere di falciatrice e riempimento con alimento per animali di fattoria affamati.

Il secondo albero sorrise quando il boscaiolo lo portò vicino ad un imbarco, ma nessuna barca imponente fu costruita quello giorno. Invece di quello quell'albero forte fu tagliato e convertito ad una semplice scialuppa di pesca, era troppo piccolo e debole per navigare nell'oceano, neanche in un fiume, e fu portato ad un piccolo lago.

Il terzo albero era confuso quando il boscaiolo lo tagliò per pareggiare e l'abbandonò in un magazzino di legno. "Che cosa starà passando", fu quello che si domandò l'albero, "Io tutto quello che voleva era rimanere nella cima della montagna e mirare a Dio... ".

Moltissimi giorni e notti passarono. Ai tre alberi quasi li erano stati dimenticati già i suoi sonni. Ma una notte, una luce di stella orata illuminò al primo albero quando una giovane donna mise al suo figlio neonato nella scatola di alimento "Io volessi avergli potuto fare una culla al bebè", disse suo marito alla donna, la madre strinse la mano a suo marito e sorrise mentre la luce della stella illuminava al legno soave e forte della culla. E la donna disse, "Questo presepe è bello"

Ed improvvisamente, il primo albero seppe che tratteneva il tesoro più grande dal mondo.

Un pomeriggio, un viaggiatore stanco ed i suoi amici portarono su al vecchio scialuppa di pesca. Il viaggiatore rimase addormentato mentre il secondo albero navigava tranquillamente verso dentro al lago. Improvvisamente, un impressionante e terrificante temporale arrivo al lago, il piccolo albero si riempì di paura, quello sapeva che non aveva la forza per portare a tutti quelli passeggeri al bordo a salvo con quello vento e pioggia. L'uomo stanco si alzò, egli si fermò, ed alzando la sua mano disse "calma". Il temporale si trattenne tanto rapido come cominciò.

Ed improvvisamente il secondo albero seppe che quello portava navigando al Re del Cielo e della Terra.

Un venerdì nella mattina il terzo albero si allontanò quando le sue tavole furono prese di quello magazzino di legno dimenticato. Si spaventò all'essere portato attraverso un'impressionante moltitudine di persone arrabbiate. Si riempì di paura quando alcuni soldati inchiodarono le mani di un uomo nel suo legno. Si sentì brutto, aspro e crudele. Ma una domenica di mattina, quando il sole brillò e la terra tremò con pensiono sotto al suo legno, il terzo albero supó che l'amore di Dio gli aveva cambiato tutto. Questo fece che l'albero si sentisse forte, ed ogni volta che la gente pensasse al terzo albero, essi penserebbero a Dio.

Quell'era molto meglio che essere l'albero più alto del mondo.

La prossima volta che ti siedi depresso perché non ottenesti quello che tuo volevi, ti sieda solo fortemente, e so felice perché Dio sta pensando a qualcosa meglio per darti.


Autore sconosciuto

Sad E a volte io non mi fido, pensando che non mi riesce nulla..

Grazie, Dora spero di leggerti ancora.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Dora73
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 01.05.08

MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   20/10/2008, 23:57

Una promessa di amicizia
Quando sia triste...
lì starò per asciugare le tue lacrime.

Quando abbia paura...
ti accompagnerò per recintano le tue paure.

Quando ti molesti lo scoraggiamento...
ti aiuterò a trovare la speranza.

Quando stia in mezzo alla confusione...
sarò la tua guida per trovare la strada.

E quando ti sia perso...
e non possa vedere la luce,

Sarò il tuo faro...
illuminando per te.

Questa è la mia promessa,
q manterrò fino al fine.

Perché? forse domandati...
Perché condividiamo la nostra amicizia!

CRISTO GESÙ CI VUOLE MOLTO BENE
00266

_________________
Con mucho cariño
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: HISTORIAS DE REFLEXION   

Torna in alto Andare in basso
 
HISTORIAS DE REFLEXION
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Ricomincio da qui Community RAI 2 :: Religioni & Spiritualità, filosofia e misteri di questo mondo! :: Religioni & Spiritualità-
Andare verso: