Ricomincio da qui Community RAI 2

Società e Comunicazione
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 The Suffering

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Giovanni
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 30.04.08
Età : 48
Località : casa mia

MessaggioTitolo: The Suffering   26/12/2008, 13:12

Definito da anni un ottimo survival horror, sinonimo di sparatutto sanguinario, dotato di ambientazione e trama violenta, The Suffering è un gioco completo. Ancora disponibile a pagamento anco per molte console moderne,il gioco è stato rilasciato di recente per il download gratuito nella versione Windows.

L'isola di Carnate, che ospita il penitenziario nel quale ci si ritrova rinchiusi in attesa dell'esecuzione, non è un bel posto per vivere. Va detto subito che questo gioco è assolutamente consigliato solo ad un pubblico adulto e non impressionabile, perché oltre ai salti sulla sedia e agli spettacolari mostri creati nientepopodimeno che dal mitico Stan Winston (gli effetti speciali di Alien, che altro aggiungere?) quel che riesce ad inquietare in The Suffering è l'ambientazione generale, i corridoi oscuri, la luce che filtra dai vetri, quel vedo non vedo che si traduce in ombre nelle cantine, presenze oscure timide (e meno timide!) e adrenalina a mille.

Il gioco è del 2004 e graficamente potrebbe deludere chi cerca il super effettone speciale, ma la cura dei particolari è notevole, il materiale da esplorare è tantissimo (il download va oltre il Giga!) e la confezione generale è quella di un gioco commerciale e di consolidato successo.



La trama semplice ma misteriosa quanto basta, porta il protagonista a cercare la fuga mentre il suo amato penitenziario viene infestato da presenze sempre più brutte, zozze e grosse. Prima di fuggire si dovranno, con molta probabilità, spargere ettolitri di sangue, buttare giù infinite porte a calci, macellare tossicomani con le siringhe negli occhi, uccidere e ri-uccidere impiccati scuoiati o assassini lamierati.

The Suffering è un incubo ben riuscito, la longevità è assicurata da una decina di livelli, una decina di armi a disposizione e una dozzina di mostri assortiti per tutti i gusti (con un autore con la A maiuscola) ed un'ambientazione che merita di essere esplorata a patto di avere lo stomaco forte e la pressione bassa.




[b]Persino il protagonista a forza di stare in quel postaccio vede aumentare la "barra della pazzia", una specie di super forza che lo trasforma per un po' in un mostro più brutto e grosso di tutti gli altri, o quasi. Ne uscirà sano e buono, ne uscirà cattivo, o diventerà neutrale come la Svizzera? Fuggirà sull'Isola di Lost, o su quella dei Famosi? Bisogna giocare, e arrivare ad uno dei differenti finali per saperlo.

Come sparatutto 3D in terza persona The Suffering è senza alcun dubbio un titolo da non perdere, si gioca con mouse e tastiera e si controlla bene l'azione. Inoltre i requisiti hardware sono quelli del 2004, garantendo fluidità e divertimento anche su computer non recenti, a tutto schermo o in finestra.

Certo è un gioco che comincia in una cella sporca (vedi schermata) e prosegue in scenari da film horror, ma la storia dell'Isola di Carnate è lì pronta per essere scoperta, per chi ama il genere.


The suffering l'ho gia giocato e completato un due anni fa e mi è piaciuto molto ve lo consiglio. Basketball


SCARICA THE SUFFERING DAL SITO ORIGINALE


_________________
Che Dio vi benedica. Giovanni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://rai-community.forumattivo.com
 
The Suffering
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Ricomincio da qui Community RAI 2 :: Il mondo degli hobbies delle passioni e del divertimento :: Videogames-
Andare verso: